lavitafraledita
lavitafraledita:

” Resta. Ascolta chi ti dice ‘’ vattene ‘’ se vuoi, ma io ti dico resta.  Abbiamo bisogno anche te qui, per uscire da questo dannato limbo.Resta. Anche se è dura, anche se sembra andare tutto a rotoli, anche se ti diranno che il futuro è un sogno per pochi e che quel pezzo di carta non ti servirà a granchè.Resta, magari potranno aver ragione su quanto possa essere difficile vivere qui, ma si sbagliano quando pensano che siamo destinati a fallire. Che i giovani sono destinati a fallire. Si sbagliano di grosso.In Germania, Francia, Inghiliterra, riusciamo perché siamo menti eccezionali e cuori aperti. Abbiamo coraggio da vendere. Riusciamo perché siamo cresciuti in un paese che ci ha sempre buttato al tappeto invece di aiutarci. E noi ci siamo rialzati per rimetterci in gioco, anche se a pezzi.  Chi viene nel nostro Paese dall’Europa scappa perché non riesce a liberarsi dal fango, è un gioco troppo difficile per loro. Resta. Anche quando sarà tutto nero. Ricorda che qui hai i sogni di una vita e gli amici di sempre, la famiglia, l’odore del caffè, le piadine, il ragù, la pizza, i bei posti, il mare, il sole, hai i dialetti italiani e l’odore di casa.  Se vuoi vai, però torna. Vivi uno, due, tre o quattro mesi in America e torna.  Vai in Parigi, a Bruxelles, vivi in Svezia o Norvegia per un po’ ma poi torna.  Riparti e torna, impara, rinnovati, mettiti in gioco. Ti dico di restare perché qui c’è tutta la tua vita, siamo il popolo dei sorrisi e del buon cibo.  Cambia città se vuoi, scopri il Sud, il Nord o vai nel cuore dell’Italia. Troverai un posto in cui sentirti a casa.Resta. Nord e Sud sono distanti anni luce culturalmente ma i cuori conoscono lo stesso battito. Troverai amici che chiamerai fratelli e sorelle pronti ad aiutarti che non pensavi, ed anche loro lo capiranno grazie a te.  Sono le disparità inventate da falsi miti e pregiudizi, dai capricci e interessi del singolo ad allontanarci. Tu combattili.

Resta. Non siamo eroi, chi resta non è un eroe, ma una persona comune: un amico, un fratello, una madre. Qualcuno che ci crede ancora. Resta perché siamo un popolo che ce la fa, nonostante tutto, perché un motivo per sorridere al mattino e ricominciare lo trova sempre. Resta. E se hai deciso di andartene, se hai già superato i confini ma ti manca qualcosa, una persona, un posto, o qualche sogno che hai lasciato sparso qui e lì nel tuo vecchio mondo, allora torna. 

» Mirko D’Addio

lavitafraledita:

Resta. Ascolta chi ti dice ‘’ vattene ‘’ se vuoi, ma io ti dico resta.
Abbiamo bisogno anche te qui, per uscire da questo dannato limbo.
Resta. Anche se è dura, anche se sembra andare tutto a rotoli, anche se ti diranno che il futuro è un sogno per pochi e che quel pezzo di carta non ti servirà a granchè.
Resta, magari potranno aver ragione su quanto possa essere difficile vivere qui, ma si sbagliano quando pensano che siamo destinati a fallire. Che i giovani sono destinati a fallire. Si sbagliano di grosso.

In Germania, Francia, Inghiliterra, riusciamo perché siamo menti eccezionali e cuori aperti. Abbiamo coraggio da vendere.
Riusciamo perché siamo cresciuti in un paese che ci ha sempre buttato al tappeto invece di aiutarci. E noi ci siamo rialzati per rimetterci in gioco, anche se a pezzi.
Chi viene nel nostro Paese dall’Europa scappa perché non riesce a liberarsi dal fango, è un gioco troppo difficile per loro.
Resta. Anche quando sarà tutto nero. Ricorda che qui hai i sogni di una vita e gli amici di sempre, la famiglia, l’odore del caffè, le piadine, il ragù, la pizza, i bei posti, il mare, il sole, hai i dialetti italiani e l’odore di casa.

Se vuoi vai, però torna. Vivi uno, due, tre o quattro mesi in America e torna.
Vai in Parigi, a Bruxelles, vivi in Svezia o Norvegia per un po’ ma poi torna.
Riparti e torna, impara, rinnovati, mettiti in gioco.
Ti dico di restare perché qui c’è tutta la tua vita, siamo il popolo dei sorrisi e del buon cibo.
Cambia città se vuoi, scopri il Sud, il Nord o vai nel cuore dell’Italia. Troverai un posto in cui sentirti a casa.

Resta. Nord e Sud sono distanti anni luce culturalmente ma i cuori conoscono lo stesso battito. Troverai amici che chiamerai fratelli e sorelle pronti ad aiutarti che non pensavi, ed anche loro lo capiranno grazie a te.

Sono le disparità inventate da falsi miti e pregiudizi, dai capricci e interessi del singolo ad allontanarci. Tu combattili.

Resta. Non siamo eroi, chi resta non è un eroe, ma una persona comune: un amico, un fratello, una madre. Qualcuno che ci crede ancora.

Resta perché siamo un popolo che ce la fa, nonostante tutto, perché un motivo per sorridere al mattino e ricominciare lo trova sempre. 

Resta. E se hai deciso di andartene, se hai già superato i confini ma ti manca qualcosa, una persona, un posto, o qualche sogno che hai lasciato sparso qui e lì nel tuo vecchio mondo, allora torna

» Mirko D’Addio